• Canale 52 digitale terrestre
  • Canale 136 e 137 (+1) Sky
  • Canale 28 Tivù Sat

RITORNO AL FUTURO: 30 ANNI DOPO

Ritorno al futuro: 30 anni dopo (Discovery)

SCOPRI DI PIU'

Se sei un grande fan di Ritorno al futuro c'è una sola data che stai aspettando: il 21 ottobre 2015! Se sei un profano ecco il perché: nel secondo capitolo della trilogia questa data è il giorno in cui Doc Brown (intepretato da Christopher Lloyd) e Marty McFly (Michael J. Fox) arrivano nel futuro con la loro famosa Delorean. In quegli anni non c’era ancora Internet, niente personal computer, smartphone, iPad o CD.

A 30 anni dall’uscita della pellicola nelle sale cinematografiche, DMAX propone “RITORNO AL FUTURO: 30 ANNI DOPO”, lo speciale che mostra la tecnologia usata nel secondo episodio della saga e verifica finalmente quanto Robert Zemeckis abbia correttamente previsto e quanto, invece, sovrastimato.

Ritorno al futuro: 30 anni dopo (Discovery)

Era il 1985 quando il primo Ritorno al futuro vedeva la luce ai botteghini cinematografici. Il suo successo spinse Steven Spielberg a produrre ben due sequel. Nel 1989, nel secondo episodio della saga, il protagonista Marty McFly viaggia nel futuro, un futuro che diventa un mito per un’intera generazione. Il futuro visitato nel film è il nostro presente.

Intere generazioni sono cresciute con questo cult degli anni ’80 e oggi si scopre che le invenzioni del film non erano così lontane dalla realtà: automobili con il pilota automatico, schermi ultrapiatti, proiettori olografici e realtà virtuale.

In questo speciale documentario potrai scoprire e confrontare il mondo concepito dal regista Robert Zemeckis e dallo sceneggiatore Bob Gale con il mondo di oggi, quello del 2015.

Il presente è paragonabile al futuro immaginato nel film? Siamo in grado di volteggiare sui “volopattini”? Gli animali usano internet? Esistono le scarpe con gli “autolacci”? Tutte le risposte si trovano solo in Ritorno al futuro: 30 anni dopo!