Un racconto contemporaneo

#LUPPOLIOLTRECONFINE – IL VIAGGIO IN BOEMIA

Birrificio Angelo Poretti presenta la nuova 9 Luppoli Bohemian Pils e “#luppoliOltreconfine – un viaggio in Boemia”, il progetto che ripercorre l’itinerario di Angelo Poretti alla scoperta del “saper fare” una buona birra attraverso gli occhi di tre igers.

Birrificio Angelo Poretti presenta la sua nuova 9 Luppoli Bohemian Pils nella prestigiosa cornice del Bistrot del MUDEC (via Tortona 56), gestito dallo chef Enrico Bartolini, all’interno della serata di inaugurazione di “#luppoliOltreconfine – un viaggio in Boemia”, gli scatti fotografici inediti che ripercorrono le tappe in Boemia di Angelo Poretti.

Le foto, che resteranno visibili al Bistrot al MUDEC di Via Tortona sino al prossimo 10 giugno, raccontano il viaggio nella tradizione boema della birra che Birrificio Angelo Poretti ha organizzato coinvolgendo tre igers tra i più quotati nella comunità Instagram italiana: Paolo Balsamo, Mattia Bonavida e Cinzia Gabriele.

Il Birrificio della Valganna varesina, infatti, si è affidato alla sensibilità dei tre artisti della fotografia digitale per raccontare incontri, tradizioni del posto, cibo, birra e soprattutto il viaggio stesso come scoperta dell’autentico stile Bohemian Pilsner, fedelmente interpretato dai Mastri Birrai di Birrificio Angelo Poretti nella nuova 9 Luppoli Bohemian Pils.

Mattia Bonavida

Viaggio nella cultura della birra sulle orme di Angelo Poretti

Il viaggio degli igers ha ripercorso, a ritroso, quello di Angelo Poretti: partiti dallo storico stabilimento in stile Jugendstil del Birrificio di Induno Olona, sono volati a Praga e a Zatec, cittadina ceca patria del pregiato luppolo Saaz.

A metà Ottocento, infatti, il fondatore dell’omonimo Birrificio lasciò Varese e soggiornò a lungo per affari in Baviera, Austria e Boemia, dove imparò l’arte della birra attraverso ricette e tecniche utilizzate negli stili birrari tipici dell’Europa Centrale.

Tornato in patria, Angelo Poretti utilizzò le conoscenze così acquisite nel Birrificio che fondò nel 1877. Grazie al supporto di un Mastro Birraio fatto venire dalla Boemia, Poretti introdusse nel suo Birrificio proprio lo stile Bohemian Pilsner.

A quasi un secolo e mezzo di distanza, Birrificio Angelo Poretti ha ripreso i fili di questa storia di gusto aggiungendo lo stile Bohemian Pilsner al suo percorso innovativo nella cultura e nei diversi stili birrari del mondo intrapreso con la gamma 9 Luppoli Le Oltreconfine. La nuova 9 Luppoli Bohemian Pils, infatti, incarna al meglio la tradizione ceca, con la dominanza olfattiva e gustativa del luppolo Saaz che le conferisce un carattere deciso e speziato. Il risultato è una birra a bassa fermentazione dall’amaro spiccato.

Un racconto contemporaneo

La formula del viaggio, inteso come scoperta di luoghi e incontro con nuove culture e persone, è quella che meglio si addice alla gamma 9 Luppoli - Le Oltreconfine e alla storia della 9 Luppoli Bohemian Pils. Pur ripercorrendo in qualche modo un viaggio verso le nostre origini, per raccontarlo abbiamo scelto una forma e un linguaggio assolutamente contemporanei: quello della travel photography su Instagram. Gli spostamenti, gli incontri, gli scorci e i sapori, infatti, sono stati narrati puntualmente attraverso le live stories e i post dei tre igers. Questo perché abbiamo ben chiaro a chi ci rivolgiamo, un target di persone attive, digitali, curiose, desiderose di provare nuove esperienze”. Dichiara Serena Savoca, Marketing Manager di Carlsberg Italia.

Le foto inedite presentate al MUDEC Bistrot, rappresentano qualcosa di meno temporaneo e di più meditato: la ricerca di angolazioni inattese e di una maggiore profondità che nella grana, nel colore e nella matericità della stampa trova un respiro e un’espressività che i pixel stentano ancora a riprodurre.