IL XV PER SABATO

6 Nazioni 2018: la formazione degli azzurri contro l'Irlanda, tre cambi per il ct O'Shea

Ci sono tre cambi rispetto a quanto visto domenica pomeriggio contro l’Inghilterra: nel pacchetto di mischia entrano Abraham Steyn, Luca Bigi (esordio assoluto nel torneo) e Nicola Quaglio (prima volta da titolare in azzurra).

Italia: il XV titolare contro l'Irlanda

15 - Matteo MINOZZI (Zebre, 4 caps)

14 - Tommaso BENVENUTI (Benetton, 46 caps)

13 - Tommaso BONI (Zebre, 9 caps)

12 - Tommaso CASTELLO (Zebre, 6 caps)

11 - Mattia BELLINI (Zebre, 9 caps)

10 - Tommaso ALLAN (Benetton, 34 caps)

9 - Marcello VIOLI (Zebre, 9 caps)

8 - Sergio PARISSE (Stade Francais, 130 caps)

7 - Abraham STEYN (Benetton, 17 caps)

6 - Sebastian NEGRI (Benetton, 3 caps)

5 - Dean BUDD (Benetton, 7 caps)

4 - Alessandro ZANNI (Benetton, 100 caps)

3 - Simone FERRARI (Benetton, 9 caps)

2 - Luca BIGI (Benetton, 7 caps)

1 - Nicola QUAGLIO (Benetton, 3 caps)

A disposizione

16 - Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousain, 90 caps)

17 - Andrea LOVOTTI (Zebre, 21 caps)

18 - Tiziano PASQUALI (Benetton, 3 caps)

19 - Federico RUZZA (Benetton, 3 caps)

20 - Maxime Mata MBANDA’ (Zebre, 12 caps)

21 - Edoardo GORI (Benetton, 66 caps)

22 - Carlo CANNA (Zebre, 26 caps)

23 - Jayden HAYWARD (Benetton Rugby, 4 caps)

Questa è la partita del cuore per Conor O’Shea che a lungo ha militato con la Nazionale irlandese. Ci sono tre cambi rispetto a quanto visto domenica pomeriggio contro l’Inghilterra: nel pacchetto di mischia entrano Abraham Steyn, Luca Bigi (esordio assoluto nel torneo) e Nicola Quaglio (prima volta da titolare in azzurra). Confermatissimo invece il blocco in mediana composto dalla coppia Allan-Violi. Alessandro Zanni è ormai una certezza nel pacchetto di mischia insieme a Dean Budd, c’è posto anche per Sebastian Negri. In avanti c’è poi la garanzia di Mattia Bellini, Tommaso Boni, Tommaso Benvenuti e Matteo Minozzi.

L’Italia non ha mai vinto in Irlanda durante il Sei Nazioni, l’unico precedente positivo contro i Verdi risale al 2013 quando arrivò la vittoria all’Olimpico per 22-15. In trasferta abbiamo sì vinto, ma non durante questa competizione, bisogna risalire agli anni ’90 e ai match del Lansdowne Road quando O’Shea era un nostro avversario.

via Eurosport